Inserisci Menù

lunedì 11 maggio 2015

Celiachia: lista alimenti senza glutine


La vita dei celiaci sicuramente non é facile. I prodotti a base di glutine, purtroppo, sono presenti in quasi tutti i cibi: pasta, pizza, biscotti, farina, ecc.
Fare una dieta gluten free, che prevede l'esclusione di piatti e pietanze a base di grano tenero, grano duro, farro, segale, kamut, orzo e tutti gli altri cereali minori che lo contengono, é impegnativa ma non inaffrontabile.





Infatti, in natura esistono molti cibi senza glutine.
L’AIC, Associazione Italiana Celiachia, suddivide gli alimenti in tre categorie:
  • Permessi, che in natura non contengono glutine.
  • A rischio, tutti quegli alimenti che in fase di lavorazione potrebbero essere stati contaminati da sostanze che contengono glutine. In questo caso, è consigliabile leggere sempre le etichette.
  • Vietati, ovvero prodotti che allo stato naturale contengono glutine e che per un celiaco sono assolutamente da evitare.
Vediamoli insieme.

1) Alimenti permessi

Tra gli alimenti permessi, vi sono frutta, verdura e legumi, in tutte le loro forme ed alcuni cereali che non contengono glutine, quali riso, mais, grano saraceno e amaranto, sorgo e teff in chicchi; miglio e quinoa in semi. 

Consentiti anche a carne e pesce, con qualche eccezione per “pesce sott’olio e affumicato”in quanto negli additivi, aromi o altre sostanze utilizzate potrebbe esserci traccia di glutine. 

Si anche al consumo di uova, prosciutto crudo, lardo di Colonnata IGP e Lardo d’Arnad DOP, nonché svariate forme di latte e formaggi: sì al consumo di latte fresco e UHT, latte ad alta digeribilità, fermentato e per l’infanzia, formaggi freschi e stagionati, yogurt naturale e greco, panna fresca e a lunga conservazione.

Tra i grassi e i condimenti, é possibile invece mangiare burro, lardo, strutto, burro di cacao, oli vegetali, aceti non aromatizzati, pepe, sale, zafferano, spezie ed erbe aromatiche non lavorate, estratto di lievito, lievito di birra fresco e liofilizzato. E infine: Agar Agar in foglie, pappa reale, polline, passata di pomodoro, pomodori pelati e concentrato di pomodoro non miscelati con altri ingredienti (a meno che non si tratti di acido ascorbico o citrico) e succo di limone senza aggiunta di altri ingredienti.

Per quanto riguarda invece dolci e bevande, la lista é piuttosto limitata. Sono permessi miele, zucchero, radice di liquirizia grezza, maltodestrine, sciroppi di glucosio e fruttosio puro, succhi di frutta (ma senza aggiunta di vitamine, aromi o additivi: sono ammesse solo quelle che contengono acido ascorbico, acido citrico, sciroppo di glucosio o di glucosio-fruttosio), bevande gassate e frizzanti.



2) Alimenti a rischio

Per quanto riguarda gli alimenti a rischio, che possono aver subito contaminazioni durante il processo di lavorazione, l’AIC ne consiglia il consumo solo quando riportino la dicitura “senza glutine” o "gluten free"

3) Alimenti vietati

Gli alimenti vietati, invece, sono tutti quelli che contengono glutine:  frumento, segale, orzo, avena, farro, spelta, kamut, triticale, bulgur e cous cous e tutti i prodotti che siano stati lavorati con essi: verdure, carne, pesce o formaggi impanati, infarinati, miscelati o pastellati con farine di cereali su indicati.


Inoltre, vi sarà utile consultare questi 3 strumenti di cui sicuramente non riuscirete più a fare a meno:
  • L’ABC della dieta del celiaco redatta dall’AIC, contenente la lista completa di alimenti senza glutine, nonchè di quelli a rischio e di quelli vietati.
  • La lista dei prodotti senza glutine redatta dal Ministero della Salute: un pdf contenente i nomi dei prodotti e delle aziende a cui un celiaco può affidarsi senza timori.
  • L'infografica pubblicata da essentaste.com,  che vi aiuterà a ripassare i contenuti di questo articolo.
Inoltre, vi farà sicuramente piacere sapere che la vostra dieta, vi avvicina allo stile alimentare di numerose star hollywoodiane che, pur non essendo celiache, hanno deciso di dire no al glutine. 

Se vuoi scoprire se sei anche tu intollerante al glutine o a qualche altro alimento, contattami al 3496188000 per effettuare il test delle intolleranze in uno dei miei studi di Napoli.



Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.

Segui anche il nostro blog www.dietabianchini.com tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!
Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su info@dietabianchini.com  o al 3496188000.




Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima