Inserisci Menù

venerdì 10 ottobre 2014

Ipertensione e dieta


Definita anche il “killer silenzioso”, perché raramente dà sintomi percepibili ed identificabili, l’ipertensione arteriosa (pressione alta) è una patologia “ostica”, tanto diffusa quanto sottovalutata. Basti pensare che è una delle principali cause di problemi cardiovascolari quali ictus ed infarto e gli italiani che ne soffrono sono più di 15 milioni.

Secondo i dati della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA) il 75% delle persone ipertese in Italia non si cura né si controlla con rischio di conseguenze anche pesanti per la salute. Per questo le linee guida della SIIA raccomandano il controllo costante della pressione arteriosa come primo importante mezzo per prevenire e curare l’ipertensione.




lunedì 6 ottobre 2014

Quando non si riesce a dire di no al cibo

I sistemi Nervoso e Immunitario hanno in comune un gruppo di cellule chiamate dendritiche. Queste cellule nascono dalla cresta neurale embrionale che origina il Sistema Nervoso Periferico, i melanociti e le cellule midollari del surrene che producono catecolamine, che in condizioni di stress possono indebolire le difese immunitarie.





venerdì 3 ottobre 2014

Colori e cibi preferiti dai bambini

Per i bimbi ‘sani ’il cibo  buono è quello ‘bello, meglio se piccolo e colorato’ (di rosso).
I giovani anoressici prediligono invece cibi ‘morbidi e bianchi’ come mozzarelle, ricotta, formaggi e yogurt. Bocciato il pane.

La pasta corta o il riso sono i cibi più graditi dai bambini italiani perché si masticano con facilità. Il condimento preferito è il pomodoro. Prediletti in generale i cibi tradizionali, soprattutto quando sono preparati dai genitori. La dieta cambia colore e dalle tinte forti passa ai colori pastello se a scegliere cosa mangiare sono invece i giovani anoressici. E’ quanto emerso dalla seconda tavola rotonda “Il cibo e i nostri ragazzi: un rapporto difficile” promossa nell’ambito del Convegno “Il concetto di nutrizione dal 79 d.C. al 2015”,  in corso a Pompei, presso l’Auditorium degli Scavi. Un viaggio nella cultura millenaria del cibo, con uno sguardo che dal presente si proietta verso il futuro e verso l’Expo 2015.