Inserisci Menù

lunedì 4 agosto 2014

Ridurre la cellulite al mare


L’acqua marina, l’attività motoria in mare e il pesce sono da considerarsi trattamenti naturali per combattere la cellulite. La vacanza al mare è ricca d’opportunità per prevenire la cellulite o ridurla anche in pochi giorni.
Generalmente, i benefici per la salute durante le vacanze, sono molteplici: riposo, rilassamento, divertimento, ma chi va al mare può godere di qualche beneficio in più grazie alle naturali proprietà dell’acqua marina, alle opportunità motorie che la spiaggia offre e, non ultime, le opportunità alimentari che si presentano. 







In particolare le donne che hanno problemi di cellulite o vogliono prevenire la PEFS (Pannicolopatia-edemato-fibrosclerotica) possono unire al divertimento delle vacanze rimedi utili ed efficaci per combattere la cellulite, inestetismo che colpisce circa l’80-90% delle donne fin da giovanissime. I benefici del tempo trascorso al mare sono noti fin dall’antichità e, da più di un secolo, riscoperti e utilizzati per la cura di varie patologie in particolare con l’impiego della talassoterapia. Gli stabilimenti talassoterapici offrono trattamenti utili a combattere la cellulite a partire dall’idroterapia scoperta dal reverendo Sebastian Kneipp intorno al 1850, fino a trattamenti con alghe, sabbia e altre proprietà marine.

Ma vediamo di seguito quali sono i benefici per la cellulite di una vacanza al mare.


L’acqua marina: benefici

E’ composta mediamente per circa il 96% d’acqua e il 4% di sali minerali, la salinità dell’acqua dipende da quanti minerali sono disciolti nel mare, negli oceani è meno salata e nei mari come il Mediterraneo lo è di più, fino ad aumentare nei mari chiusi e raggiungere il massimo nel mar Morto dove la salinità, in profondità, raggiunge circa il 38%.

Nell’acqua marina vi sono 92 sostanze, i sali minerali e gli oligoelementi in essa disciolti sono utili alla nostra pelle, la rendono più resistente, pulita e disinfettata, per questo sono un toccasana per molti disturbi come la psoriasi, la dermatite seborroica e l’acne, oltre ad incidere sul contrasto della cellulite.
Il minerale più presente è il sodio (40% del sale da cucina) che se ingerito in quantità eccessive favorisce la ritenzione idrica e la formazione di cellulite, ma quando è sciolto in acqua favorisce il drenaggio e lo smaltimento di scorie e liquidi in eccesso per via dell’osmosi.
L’attività motoria in mare, e i minerali disciolti, hanno funzioni importanti per combattere alcune cause che concorrono a formare la cellulite. Infatti, gli esercizi eseguiti in mare producono un micromassaggio in superficie che favorisce la microcircolazione periferica che, quando è insufficiente, è uno dei fattori che provocano la cellulite così come il cattivo funzionamento del sistema linfatico che non riesce ad eliminare i rifiuti cellulari, sistema importantissimo per la salute in generale che si mantiene “attivo” con l’attività fisica, una ragione in più per muoversi al mare.



Il sole: benefici e controindicazioni

I raggi del sole sintetizzano la vitamina D che ha un’enorme importanza per la nostra salute, non solo per le ossa, donano buon umore, asciugano le pelli più grasse rendendole più compatte e grazie al colorito dell’abbronzatura donano un aspetto più sano, solo se ci si espone con intelligenza, evitando le ore più calde che possono essere dannose per la pelle non solo per le probabili scottature, ma soprattutto perché favoriscono l’insorgere del melanoma.
Il sole può scaldare il nostro corpo e darci la possibilità di fare abluzioni benefiche, in contrasto con l’acqua di mare più fredda, che favoriscono la circolazione periferica.

I prodotti del mare: iodio

Lo iodio è un minerale molto importante per tantissime funzioni ed in particolare favorisce il buon funzionamento della tiroide perché è un componente necessario per produrre gli ormoni che incidono sul buon funzionamento del metabolismo, riducendo la possibilità della formazione di ristagni adiposi che incidono sulla cellulite.
Lo iodio disciolto nell’acqua di mare che viene a contatto con la pelle non è assorbito e la quantità che si respira nell’aria di mare è ininfluente.
Lo iodio si assume con la dieta e la maggiore quantità è contenuta nella carne dei frutti di mare, nei crostacei, nei molluschi, nei pesci, oltre che nelle piante marine come alcune alghe commestibili ma anche nei vegetali e nel latte e derivati.
Lo iodio si utilizza anche in trattamenti topici che è consigliabile fare in centri specializzati e talassoterapici: impacchi di alghe, fanghi ecc..
In alcune persone l’uso di iodio topico o ingerito con integratori può dare reazioni avverse come eccessivo nervosismo, prurito e altre ancora.


La sabbia: esfogliazione

Le sabbiature, utilizzate in passato per alleviare dolori reumatici ecc., sono un’ottima pratica per due principali motivi:
1) La pelle a contatto con la sabbia perde parte delle cellule morte facilitando il ricambio cellulare (una specie di peeling naturale).
2) Il calore della sabbia produce vasodilatazione che favorisce la circolazione del sangue, pratica utile per combattere la cellulite (non è consigliata alle persone che soffrono di disturbi vascolari degli arti inferiori) in particolar modo se a pelle calda ci si immerge per qualche minuto nell’acqua fredda del mare favorendo così la spinta del sangue verso i capillari, esercizio che potrete fare anche molte volte.



Attività in acqua

Inoltre, al mare è possibile praticare attività sportiva in acqua, che aiutano a tonificare e ridurre la cellulite.
Le ore più indicate sono al mattino quando l’acqua non è ancora calda ed il sole non troppo alto, tra le 7 e le 10.
Immersi fino all’ombelico o alla vita, si può camminare ad intensità moderata spingendo le gambe in avanti forzando la pressione dell’acqua, per almeno 40 minuti continuativi.
L’esercizio può essere eseguito dopo circa 2 ore dalla colazione o prima se il pasto non è stato abbondante. Se si ha l’energia necessaria può essere eseguito anche a digiuno.

LEGGI ANCHE:


Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Segui anche il nostro blog www.dietabianchini.com tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!
Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima