Inserisci Menù

mercoledì 14 maggio 2014

Intervista a Costantino Mazzanobile D'aragona


Dopo il servizio sulle proprietà curative dell'aloe alle Iene, abbiamo ricevuto numerose richieste di informazioni su come preparare l'aloe, dove trovare le piantine di aloe, ecc.

Facendo delle ricerche abbiamo scoperto che a Cagliari l'accademia delle scienze naturali, gestita dal Dott. Costantino Mazzanobile D'aragona, ricercatore, conferenziere internazionale scrittore medico scientifico naturopata docente di medicina naturale membro del comitato scientifico mondiale della longevità, e dell'harward medical school, regala le piantine di aloe a chiunque ne faccia richiesta, pagando solo le spese di trasporto.




L'abbiamo intervistato per voi.

1) Da quanto tempo é attiva la sua associazione?
La mia associazione è attiva da 20 anni, ma solo dal 2004 e' diventata onlus, organizzazione non lucrativa di utilità sociale accreditata all'anagrafe delle onlus dell'agenzia delle entrate.

2) Di cosa vi occupate principalmente?
Prevalentemente ricerca medico scientifica con la mia equipe di medici, farmacisti, tossicologi, ma anche di assistenza anziani,disabili mentali e non, escursioni urbane e fuori porta, di carattere sociale culturale, ritiri spirituali.

3) Come mai avete deciso di regalare le piante di aloe?
Poiché collaboro anche con altre associazioni, tra cui l’Associazione Aloe Felice presieduta da Angelo Pili, il dipartimento botanico di scienze dell'universita' di Cagliari mi ha contattato per comunicarmi che l'orto botanico di Cagliari donerà le foglie dell'aloe alle persone che ne faranno richiesta in maniera del tutto gratuita.


4) Regalate l'aloe solo ai cittadini sardi o anche ad altri che vi contattano da altre zone d'Italia? Ed all'estero?
L'aloe viene regalata a tutti senza distinzione di cittadinanza nel pieno spirito francescano che e' quello che seguiamo, ricordo un fatto curioso recentemente sono stato contattato da un gentile signore di Bergamo al quale facevano pagare 40 euro per l’acquisto di 2 foglie di aloe. Dopo aver visto il nostro sito istituzionale www.aloesolidale.org ed appreso che in Sardegna regalavamo l'aloe,  con 5 euro di biglietto aereo andate e ritorno e' venuto a Cagliari per avere l'aloe che ora gli spedisco direttamente a Bergamo in cambio delle sole spese postali.



5) Quante piante di aloe regalate in un anno?
Non glie le so quantificare, ma sono davvero migliaia di piante all'anno anche perche' molte persone vengono anche dalla penisola con i voli low cost per avere l'aloe.

6) Da dove arrivano le richieste? In percentuale Sardegna, Italia, Estero
In prevalenza dalla Sardegna ma anche tante dalla penisola ed alcune anche dall'estero. Ad oggi 6000 persone hanno avuto l'aloe sarda in tutta Italia compresa ovviamente la Sardegna 

7) In quanto tempo ricresce una foglia di aloe arborescens tagliata per preparare la ricetta?
una foglia di aloe per essere utilizzabile deve avere minimo 3 anni, meglio ancora se 5.  

8) In che modo bisogna tagliare le foglie di aloe per non far morire la pianta?
la foglia va strappata dolcemente alla base con le mani partendo dalle foglie piu' vecchie, mai tagliare le foglie con il coltello.

9) Una persona media, di quante piante di aloe arborescens ha bisogno all'anno per fare un anno di terapia?
dipende dalla grandezza delle piante. Qui in Sardegna io ho portato l'aloe arborescens di Gerusalemme che produce delle foglie gigantesche e gia' 2 foglie bastano per il preparato per un ciclo di 15gg. L'importante fare le pause di 10 gg tra un ciclo e l'altro.



10) Come mai per la ricetta sono richieste piante di aloe di almeno 5 anni e non più giovani?
sono richieste le foglie di 5 anni perche' hanno sviluppato tutte le sostanze necessarie per far bene al nostro organismo il particolar modo l'acido acemannano che pulisce e lava il sangue gli antrachinoni potentissimi antidolorifici. Ricordo di un signore anziano di 98 anni ma lucido di testa che assumeva gia' la morfina per calmare i dolori, da quando un medico del nostro staff di ricerca gli prescrisse l'aloe per aiutarlo ad essere sostenuto in quanto  affetto da sarcoma osseo ci riferiva che con l'aloe ha trovato grande giovamento anche per i dolori.

11) Ricevete delle sovvenzioni comunali o statali?
Assolutamente no, ringraziamo tanto gli uomini e le donne della provvidenza persone private che generosamente ci sostengono economicamente basta pensare che i 4000 euro per il mio prossimo libro sull'aloe e la propoli e le antiche ricette inedite dei frati francescani  in uscita editato dalla medical information casa editrice ma anche notissima libreria  scientifica di Cagliari con sede anche a Sassari sono stati offerti da un benefattore di origini sarde che guadagna 50000 euro al mese piu' premi vari in denaro e viaggi premio e' manager di una azienda americana di New York. le istituzioni ci danno le sale gratis, ma fortunatamente chiedi e ti sarà dato come diceva un signore importante tanto tempo fa.

12) Padre Zago dice che per la sua ricetta bisogna usare solo aloe arborescens brasiliana. Il clima della Sardegna é simile? O c'è il rischio che si perdano alcune proprietà della pianta?
si perche' l'aloe arborescens contiene maggiori principi attivi tra i quali sali minerali, ed aminoacidi, esatto il clima della Sardegna e' ideale infatti abbiamo tantissima aloe arborescens infatti Pdre Romano Zago quando portammo in Sardegna ci disse che eravamo tanto fortunati perche' avevamo tanta aloe facemmo presense record 800 persone da tutta italia a cagliari e 300 a sassari io comunque consiglio in preparato multibotanico aloe arborescens ed aloe caesia, poi per chi problemi ad assumere l'alcol nella ricetta puo' mettere anche il succo  il limone. 

13) Può riportarci qualche testimonianza di persona che ha tratto benefici dall'aloe?
vi allego testimonianze datemi per uno dei miei libri che ho scritto e tradotto in quattro lingue oggi testi di studio in varie università italiane e straniere (e che pubblicheremo nei prossimi giorni)

14) Coltivate e studiate solo aloe, o anche altre piante medicinali?
no coltiviamo tante piante nella nostra oasi della felicità e longevità in un terreno vicino al mare messo a disposizione in comodato d'uso gratuito da una benefattrice, piante di goji, salvia hispanica chia l'oro dei maya, graviola, cacao teobroma dell'amazzonia che cura il malditesta piu' tantissimo altro abbiamo fatto una specie di eden, anche al centro diurno di salute mentale della asl ho fatto piantare 100 piante di aloe arborescens, vera, caesia quest'ultima un ibrido di aloe arborescens ed aloe vera che e' stata porta nel 1866  data di fondazione dell'orto botanico di cagliari da villa hembury nella riviera ligure dal capitano hembury ottima specie di aloe che viene data gratuitamente all'orto botanico di cagliari uno dei piu' belli giardini d'europa. Per esempio adesso stiamo studiando le bacche di goji insieme alle università americane, la salvia hispanica chia potentissima poi i semi tantissime propietà ma non contengono glutine dunque ideale per i celiaci, la graviola un frutto dell'amazzonia che da studi medici clinici di note universita' americane e' risultato eccezionale un chemioterapico naturale 10000 volte piu' potente dell' adriamicin un farmaco chemioterapiaco ed estremamente citotossico cioe' selettivo suule cellule malate ed evita l'angiogenesi il trasporto di cellule malate a ossa, tessuti ed organi in brasile i poveri si curano con questo frutto dei medici senza frontiere mi hanno portato testimonianze cliniche che mi hanno quasi sconvolto in maniera positiva per gli ottimi risultati avuti.



15) Quali sono le altre piante che consiglia?
consiglio la graviola, la salvia hispanica semi di chia , le bacche di goji, fiori di manuka il miele ottimo antibatterico naturale cacao teobroma dell'amazzonia che cura il malditesta in maniera naturale scioglie le tensioni muscolari, il frutto dei noni polinesiano, il mangustano il fiore delle regine ottimi succhi, il caffe verde puro

16) Ci parli un po' di lei. 
ci sarebbe tanto da dire su di me, spero sempre in positivo io  ce la metto tutta   non mi fermo mai vado alla velocità della luce ringrazio i miei confratelli i frati francescani che mi hanno ispirato alla ricerca,  ospitato in convento nella loro farmacia, ho vissuto con loro ho lavorato con loro facendo le preparazioni erboristiche insieme  e mi sono innamorato delle piante in particolar modo dell'aloe perchè loro facevano un prezioso unguento del quale non posso svelare la ricetta per privacy con il quale negli anni curavano i poveri ove era contenuta principalmente l'aloe, recentemente mi sono consacrato ho preso i voti con l'ordine secolare francescano continuo nel vivere la vita conventuale da esterno, visti i miei numerosi impegni di docenza nelle varie università, convegni in tutto il mondo in quanto membro del comitato scientifico mondiale della longevità, dell'Harward Medical school, del New York University Hospital Medical Center USA

17) Qualche altra informazione per i nostri lettori?
Senza ombra di dubbio consiglio l'ascorbato di potassio vitamina c e bicarbonato di potassio del quale ho fatto un interessante libro poket alla portata di tutti, la graviola, la chia salvia hispanica l'oro dei maya i semi, ma in particolare i funghi medicinali del quale sono un massimo esperto in particolare il maitake, che da studi americani recenti  del new york university medical  CENTER e' emerso che distrugge le cellule tumorali al 75% il prof sunsky konno,piu' l'agarico blasei murril ottimo fungo brasiliano antitumorale, ma non solo ottimo per il diabete di tipo 1 e2 pensate che in america la FDA, il massimo organo che approva i farmaci, autorizzato  ufficialmente il maitake per la cura del tumore alla prostata ed alla mammella ufficialmente nei protocolli di cura istituzionali.
Vi ringrazio per la cortese attenzione spero non avervi annoiato. Saluti Costantino Mazzanobile D'aragona



Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Segui anche il nostro blog www.dietabianchini.com tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima