Inserisci Menù

martedì 13 maggio 2014

Alimentazione e tumori: le Iene parlano dell'aloe e di padre Romano Zago


Nella puntata de Le Iene del 17 aprile è stato affrontato l'argomento "alimentazione e tumori", di cui vi abbiamo parlato più volte.
In particolare è stata presentata la storia di un signore, Antonio, malato di tumore da diversi anni, che ha raccontato come la sua vita fosse migliorata modificando la sua alimentazione. La malattia sarebbe regredita attraverso un cambio totale della propria alimentazione, seguendo una dieta senza carne e basata su frutta e vegetali. 





All’uomo fu diagnosticato nel 2003 un tumore al polmone destro: “Allora è cominciato la mia odissea. Mi sono operato e sono stato bene per tre anni e mezzo. Poi, dopo aver fatto una lastra, ho scoperto un nuovo tumore all’altro polmone. Ho fatto un ciclo di chemioterapia, per poi trovare un’altra metastasi, nel 2011, questa volta al cervello”.
In otto anni, quindi, due tumori al polmone, due operazioni, un ciclo di chemioterapia e la scoperta di un altro tumore più grave, al cervello. Sottoponendosi a una particolare radioterapia è riuscito a diminuire la lesione celebrale, ma non del tutto, dato che ne è rimasta una di 18 millimetri.
Antonio si è rifiutato di fare un altro ciclo di chemioterapia e di arrendersi alla malattia. È stato il figlio, dopo una serie di ricerche in rete, a convincere il padre a diventare vegano.
L’uomo ha deciso di provarci, seguito dalla nutrizionista oncologica da Michela De Petris, che ha preparato per lui un regime alimentare a base vegetale.
“Abbiamo cercato di togliere le proteine alimentari, dopo aver letto alcune ricerche che spiegano una possibile correlazione tra tumore e alimentazione”, ha spiegato il figlio di Antonio.



La dottoressa che ha seguito Antonio ha spiegato alle Iene: “Il cambiamento consisteva nello spostare l’alimentazione verso i cibi vegetali. Spostarsi verso una dieta vegetale, aumenta le possibilità di guarigione. Siamo partiti da succhi di verdure”. Poi, sempre restando sui cibi vegetali, Antonio è passato anche ai cibi cotti. “Mi sono trovato bene, ho perso 18 chili in due mesi e ho fatto la Tac”. La massa tumorale era scomparsa.
L’oncologa ha spiegato come l’uomo abbia utilizzato anche l’acqua alcalina. Antonio ha così deciso di continuare con la cura vegana. Per la moglie, è stato quasi un miracolo, il marito ha spiegato invece di credere agli effetti della cura alimentare. Così per due anni e mezzo l’uomo ha fatto ulteriori controlli e non ha avuto nessuna recidiva.



Al microfono dell’inviato de Le Iene, Antonio ha spiegato come potrebbe non funzionare con tutti, ma come sia pur sempre un tentativo.
Dopo aver fatto una ulteriore Tac, accompagnato dalle stesse Iene, per l’uomo non sono emersi segni di metastasi. La sua dottoressa, però, ha sottolineto l’importanza della radioterapia a cui Antonio si era sottoposto, non credendo che la sola dieta potesse aver funzionato per far regredire il cancro .

Ancora più straordinari i risultati riportati dal figlio di un paziente secondo cui il padre avrebbe visto regredire il tumore fino a divenire necrotico (non essendo più alimentato, era il tumore a “morire): la diagnosi iniziale dei medici non dava speranze e di Gianni, con un tumore al fegato, regredito in seguito ad un'alimentazione vegana, ma ritornato appena ha ripreso a mangiare carne.


Il dubbio che l’alimentazione vegana antitumorale sia l'ennesima moda viene sollevato però da molti.

In sintesi il mio parere si sposa appieno con quello del professor Franco Berrino che ha espresso chiaramente nella stessa intervista, smontando la vena polemica del primo servizio. 
Queste nuove evidenze non devono per forza essere messe in contrapposizione con le precedenti, ma anzi lavorano bene insieme.





Se l'articolo ti ha incuriosito, potrebbero interessarti anche:






Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Segui anche il nostro blog www.dietabianchini.com tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.

Dr. Davide Bianchini



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima