Inserisci Menù

venerdì 18 gennaio 2013

Le proprietà della cannella


La cannella è una spezia molto usata principalmente nei paesi del nord Europa per la preparazione di dolci e zuppe.
Questa preziosa spezia è ricavata da due cortecce sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Lauracee: la Cinnamomum zeylanicun e la Cinnamomum cassia. La prima è chiamata anche “Cannella regina“, è originaria dello Sri Lanka ed è la più pregiata; la seconda originaria della Cina è detta anche “Cannella della Cina“ ed è la meno pregiata.
E’ importante tenere presente che solo la cannella dello Sri Lanka ha effetti curativi ed è per questo ritenuta la più pregiata.


A differenza di altre spezie che vengono ricavate da foglie e fiori delle piante, la cannella si ricava direttamente dai rami o dai piccoli fusti dell’albero utilizzando esclusivamente la parte interna della corteccia.

La qualità della cannella dipende dall’età dei rami da cui si ricava: quanto piú sono giovani, migliore è la qualità.

Tra le sue principali proprietà, la cannella contiene un olio essenziale ricco di eugenolo, canfora e tannini che la rendono astringente


La cannella è fortemente aromatica ed ha un effetto stimolante, consigliata negli stati di prostrazione psico-fisica dopo malattie infettive come influenza e dissenteria ed emorragie e in caso di anemia per mitigare la sensazione di debolezza. Inoltre facilita la digestione grazie alla stimolazione della tripsina, uno dei principali enzimi digestivi ed aiuta contro gonfiori addominali e flatulenza.

E’ antisettica soprattutto per le affezioni delle vie respiratorie e quindi indicata contro i sintomi del raffreddore e per migliorare l’alito pesante, ha un’ azione antibatterica ed antifungina. Uno studio tedesco evidenzia che la polvere di cannella elimina batteri come l’ escherichia coli (infezioni dell’ apparato urinario) e funghi come candida albicans che provoca infezioni vaginali.


Secondo studi del dipartimento dell’ agricoltura degli USA, aumenta 20 volte la capacità dell’ insulina di decomporre gli zuccheri e quindi riduce molto la glicemia nel sangue, grazie all’azione di alcuni polifenoli come il metilidrossicalcone-polimero che agisce in modo analogo all’ insulina e dell‘aldeide cinnamica che risulta essere ipoglicemizzante.
Questi effetti sono stati recentemente confermati anche dagli studi pubblicati da alcune università svedesi e danesi sullo stesso argomento. I risultati sono stati positivi anche in persone diabetiche, riducendo anche il tasso di colesterolo dannoso (ldl) nel sangue quando 3 grammi di cannella venivano aggiunti nel cibo.


L’azione antiglicemica della cannella contribuisce a rallentare lo svuotamento dello stomaco e gli stimoli della fame tra i pasti, tipici della glicemia alta. Inoltre, grazie alla cannella, la ridotta presenza di zuccheri nel sangue che potrebbero trasformarsi in grassi aiuta in caso di dieta per dimagrire più facilmente.

E’ consigliata anche come disinfettante contro tagli ed escoriazioni, cospargendoli con un pizzico di cannella in polvere.
Un infuso a base di 8/10 grammi di corteccia di cannella per litro d’acqua piuò essere utilizato anche per alleviare i dolori mestruali.

cinnamon roll - biscotti danesi a base di cannella
 
Inoltre, per il suo sapore dolce ed aromatico, è molto indicata nella preparazione di dolci (principalmente la torta di mele) o zuppe danesi (a me è piaciuta molto una zuppa a base di cannela, pezzetti di mele e straccetti di pollo assaggiata in Danimarca). 
Io, in particolare, consiglio di usarla tutti i giorni a colazione mescolando un 10g di cannella in polvere nel latte. 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.


Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima