Inserisci Menù

mercoledì 10 ottobre 2012

Vigoressia: quando lo sport diventa un’ossessione!


Che lo sport faccia bene è un dato di fatto, ma quando si esagera si può incorrere nella vigoressia, una vera e propria malattia che ricorda molto da vicino l'anoressia, solo che qui l'ossessione è soprattutto per il movimento fisico.
Lo sport ed il movimento in generale fanno bene alla salute, questo è un dato di fatto, ma attenzione, quando si eccede, possono aversi seri problemi.
Nulla di nuovo direte voi, si è a conoscenza di stati di stress da sovrallenamento negli atleti, ma quella di cuoi voglio parlarvi oggi è una patologia più delicata, che vedo sempre più spesso coinvolgere le persone: la vigoressia o anche conosciuta come reverse anorexia.


In pratica chi ne è affetto si muove continuamente, fa palestra per tantissime ore al giorno perchè perseguitato dal desiderio di avere un fisico perfetto.
Si specchia continuamente perchè ritiene di avere un fisico troppo magro, comportamento tipico degli anoressici che al contrario dei vigoressici però si vedono.
Nel tempo si sviluppa una vera e propria dipendenza dallo sport e si arriva addirittura a trascurare le amicizie e i legami familiari. 
Si crea quasi un isolamento dalla realtà per inseguire un solo ed unico obiettivo, essere al massimo della forma!



Successivamente nasce l'ossessione per tutte le pratiche che portano a diventare molto muscolosi, l'assunzione eccessiva di cibi iperproteici, steroidi anabolizzanti e proteine per aumentare la massa muscolare finiscono per avere conseguenze gravi sul piano della salute.
Il soggetto affetto da vigoressia quindi si presenta con una resistenza fisica fuori dal normale e percepisce la stanchezza come debolezza, mentre invece lo sfinimento come una sensazione positiva. Psicologicamente, vuole sempre di più, è sempre insoddisfatto di se stesso, fino a perdere il contatto con la realtà!


Gli effetti negativi di questa condizione vanno oltre le limitazioni nei rapporti sociali, dovuti ai comportamenti sopra descritti. 
Si va dall'amenorrea per le donne all'alterazione dei ritmi veglia e sonno per tutti.
Più gravi sono i rischi di lesioni e microlesioni, ma soprattutto l'invecchiamento precoce e l'aumentato rischio oncologico dato dall'elevato stress ossidativo.

Colpisce in diverse fasce d'età, ma attenzione soprattutto ai più giovani, nell'età dell'adolescenza.


Consiglio in questi casi divalutare con attenzione se l'ambiente d'allenamento è quello giusto, se il clima competitivo che vi si respira non sia troppo esasperato, la competenza e l'eventuale grado di fanatismo degli allenatori.
In caso di dubbi un consulto con un medico e con un dietista che possano spiegare l'utilità e gli effetti collaterali di questi comportamenti possono essere un utile intervento in una fase precoce.
La vigoressia può essere inserita a pieno titolo nei disturbi del comportamento.


Per scoprire se siete affetti da vigoressia, provate a fare questo TEST :             
           
- Quante ore la settimana dedichi all' allenamento sportivo?                                                          
A) dalle 2 alle 4 ore, ma sesalto occasionalmente qualche seduta se sono impegnato.                     
B) Un'oretta almeno, 5giorni su 7.                                                       
C) Non lo so precisamente,ma tutti i giorni di sicuro e dando ilmassimo.         
                                                 
- Tra questi segreti qualepotrebbe essere il tuo?                                                      
A) il segreto per restare informa è badare a ciò che si mangia e muoversi con regolarità.                  
B) Il segreto per mantenereil peso è mettersi a dieta ogni volta che l'ago della bilancia si sposta.
C) Il segreto per restaremagri è bruciare più calorie possibile, più di quelle che si assumono.   
                                                      
- Con che frequenza ti pesi?                                                      
A) spesso se sono in forma, sennò lascio perdere per non deprimermi.                                                 
B) In genere al mattino.                                                   
C) Prima e dopol'allenamento.              
                                  
- Come ti senti se per ragioni esterne  a te salti l'allenamento?                                                     
A) Mi dispiace, ma me nefaccio una ragione.                                               
B) Molto infastidito/a,mangio di meno e cerco di anticipare l'allenamento successivo.                                   
C) evito con cura di farloaccadere.                                                      

- Pensi che gli integratori siano…                                                         
A) indicati in caso di verecarenze.                                                       
B) utili per facilitare il dimagrimento.                                                    
C) Indispensabili peraumentare la resistenza fisica.   

                                                                                              
SOLUZIONE                                                          
Prevalenza A: Hai un rapporto sereno col tuo corpo, consideri il fitness un modo con cui migliorarela qualità della vita.                                                   
Prevalenza B: Non ci sono segni di vigoressiaconclamata, ma forse sei un po' troppo focalizzato sull'aspetto estetico, dietae allenamento, magari provare ad allargare gli orizzonti?                
Prevalenza C: Probabilmente ti stai avviando verso lavigoressia, meglio consultare un esperto

Qual è stato il vostro risultato? 

Vi invito a leggere anche il mio articolo: l'alimentazione per sportivi..e non

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Segui anche il nostro blog http://dietabianchini.blogspot.it tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.

Dr. Davide Bianchini

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima