Inserisci Menù

lunedì 15 ottobre 2012

Le 6 diete peggiori



Negli ultimi anni stanno proliferando diete modaiole e sempre più strane che promettono miracoli a discapito della salute. 
Dalla pasta alle 7:00 del mattino al digiuno dopo le 18:00 di sera, di leggende metropolitane nel mondo della mal-nutrizione se ne sono annoverate parecchie.
C’è chi ha mangiato solo pomodori per più di una settimana, chi solo ananas, chi solo pollo e riso in bianco con la speranza di perdere i tanto odiati chili di troppo. Voi lo augurereste mai al vostro peggior nemico? 
Alcune di esse sono state classificate come le diete peggiori in assoluto, e come tali dovrebbero essere evitate.

Possibile che ci basti vedere delle semplici star per entrare in confusione? 
Molti studi hanno dimostrato che per noi ormai le vip sono diventate un vero modello di stile e, ahimè, anche di forma fisica. Siamo letteralmente ossessionate dal peso delle star perchè siamo bombardate dalle immagini del loro corpo e dalle notizie sulla loro dieta. Seguiamo con interesse la perdita o l'acquisto di peso delle varie dive e se critichiamo l'eccessiva magrezza siamo però gongolanti leggendo che, ad esempio, Ronaldo o Lady Gaga  hanno preso diversi chili. 


Tra le ultime diete adottate dalle star di Hollywood, la  British Dietetic Association  ha stilato una selezione delle 6 diete peggiori, messe al bando perché ritenute tra le più dannose. Tra queste troviamo: la Baby Diet, la dieta Dukan, la dieta crudista, la dieta a base di alcol,  la dieta del gruppo sanguigno e quella biblica.
Ma vediamole nel dettaglio.

 
1. DIETA DEGLI OMOGENEIZZATI (BABY FOOD DIET) - Per un periodo è stata la preferita dalle vip, consisteva nel mangiare porzioni piccolissime e frullate di ogni cibo adatte ad un neonato, più che a un adulto.
L’hanno seguita Lady Gaga, Gwyneth Paltrow e Jennifer Aniston e milioni di donne americane. Ma un adulto non può ragionevolmente sopravvivere con le calorie che servono ad un bambino! L’idea di fondo, ridurre le porzioni di cibo spesso eccessive ad una porzione adatta ad un bambino di pochi mesi, trova in questo regime alimentale il suo grado di follia. Peccato che seppur frutta e verdura siano incluse nella dieta, il fatto di essere frullate ne riduce il contenuto di fibre utili. Inoltre, masticare il cibo – mette in guardia la BDA – aiuta il senso di sazietà, e quindi a sentirsi soddisfatti e felici.

 
2. DIETA CRUDISTA (RAW FOOD) - 
consiste nel non cuocere nessun cibo per mantenere tutte le componenti nutritive. Il non cucinare rende però più semplice contrarre infezioni perchè i batteri ed i germi non vengono eliminati con il calore della cottura.
Inoltre, alcuni cibi sono più facilmente digeribili ed assimilabili cotti, tanto che questo regime può portare a carenze di vitamine D, calcio, zinco, ferro e proteine.
Vengono esclusi i carboidrati, che andrebbero cotti ovviamente, e ci si espone al rischio di infezioni.  Amata da carnivori e vegetariani, questa dieta è stata abbracciata anche da Demi Moore e Natalie Portman.

 

3. DIETA DUKAN (di cui vi ho ampiamente parlato a proposito dei problemi di salute da essa causati, dei danni ambientali che comporta e dei rischi di una dieta iperproteica come la Dukan) -  Non a caso, il guru delle diete francesi, ed ex-medico dopo la radiazione dall’albo, finisce nella top-worst diet della BDA. Nonostante il sostegno di Kate Middleton, Gisele Bunchen, Jennifer Lopez e di milioni di fan nel mondo, la dieta Dukan pare proprio non essere l’elisir di eterna snellezza. Secondo il dipartimento britannico, non ci sono basi scientifiche sull’utilità e salubrità di eliminare una categoria di alimenti, e il dimagrimento sarebbe comunque da attribuirsi – come sempre -  alle porzioni scarse più alla mancanza di carboidrati. Oltre ai danni a lungo termine, avvertono gli inglesi, i primi effetti collaterali che accompagnano la perdita di peso sono la mancanza di energia, costipazione e difficoltà respiratorie.

 


4. DIETA DEL GRUPPO SANGUIGNO - 
La teoria para-scientifica che sottende a questa dieta si basa sull’idea che i differenti nutrienti sono assimilati in modo differente da persone con diverso gruppo sanguigno, e che quindi alcuni cibi facciano ingrassare più di altri a seconda di questa propria caratteristica fisica. Per il gruppo A, niente latticini e solo alimentazione vegetariana, per i
l gruppo B latticini consentiti, per gli 0, alto consumo di carne e di vegetali ed eliminazione di cereali e latticini, 


Il gruppo 0 sarebbe il primo gruppo sanguigno apparso sulla terra, quando gli uomini erano prevalentemente occupati nella caccia: chi appartiene a questo gruppo, secondo questa dierta, trarrebbe beneficio da alimenti proteici come carne e pesce.
Il gruppo A sarebbe nato con l’introduzione di agricolutra e allevamento: chi appartiene a questo gruppo dovrebbe abbondare con verdure e frutta.
Il gruppo B si sarebbe sviluppato tra le popolazioni nomadi dedite alla pastorizia e abituate a consumare carne e latticini.
Il gruppo AB sarebbe più recente, nato dall’incrocio degli ultimi due gruppi: chi appartiene a questo gruppo dovrebbe, secondo la dieta del gruppo sanguigno, seguire un regime alimentare a metà tra quello dell’A e del B.
Dal punto di vista scientifico però c’è da dire che la dieta del gruppo sanguigno è assolutamente infondata: è impossibile suddividere tutte le caratteristiche dell’alimentazione in base ai gruppi sanguigni. 
Anche in questo caso non sarebbe la teoria che c'è dietro questa dieta, ovvero il fatto che a seconda del gruppo sanguigno si assimilano in maniera diversa differenti cibi, ma semplicemente le porzioni piccole a far dimagrire.


 
5. DIETA DELL'ALCOOL (
DRUNKOREXIA DIET) -  Qualcuno di voi starà sicuramente sgranando gli occhi e non gli do’ torto!  Infatti l’alcol non fa assolutamente dimagrire, ma quando lo beviamo, gli zuccheri che ingeriamo bloccano, anche se temporaneamente, lo stimolo della fame. Purtroppo però l'acool è dannosissimo per la salute, rovina il fegato e l'organismo e perciò questa dieta è da scartare al volo senza troppe argomentazioni. Tra i rischi maggiori vi sono  i danni provocati dall’abuso di alcolici, accentuati dalla mancanza di altri nutrienti.



6. LA DIETA "SANTA" - Ma quando pensavate di averle sentite tutte, arriva la dieta di un pastore americano, Mr. Rick Warren. Bando a manuali di nutrizione e testi scientifici, per dimagrire serve la Bibbia! Così proclama il famoso uomo di fede che all’apice della sua carriera di predicatore ha intrapreso una nuova battaglia per i suoi fedeli, terrena quanto spirituale. L’uomo che ha inaugurato con la sua preghiera la presidenza Obama nel 2009 si trova ora perfettamente in linea con la missione salutista della First Lady e con il suo The Daniel Plan promuove uno stile di vita che santifichi il corpo, quale dono di Dio. Perché avere auto-controllo sulle nostre abitudini alimentari? Parola della Bibbia (Corinzi) «Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate qualche altra cosa, fate tutto alla gloria di Dio». La rivelazione, racconta Warren, è avvenuta alcuni anni fa quando si è reso conto che fra la folla assiepata per un suo battesimo di massa, moltissimi erano obesi. E questo non è solo un problema fisico, ma il segno di una “corruzione” morale, di lascivia e di poco rispetto nei confronti della vita che ci è stata donata. 

 
«Ti prego, metti i tuoi servi alla prova per dieci giorni, dacci da mangiare dei legumi e da bere dell’acqua»  chiede Daniele al Re di Babilonia Nabucodonosor che l’aveva imprigionato. E così dalle parole del Libro di Daniele della Bibbia, Warren declina la sua alimentazione: legumi, niente alcool, omega 3, verdure a basso indice glicemico e carni bianche; in più, sano movimento (per il piano completo si può visitare il sito
Danielplan.com).  

Prima regola, pregare. La seconda, affidarsi al carisma del leader religioso
Dall’inizio del “piano” il pastore Warren ha già perso 25 kg ed acquisito 120.000 i seguaci. 
Il segreto, la motivazione data dalla potenza della fede, il sostegno del gruppo e di qualche VIP televisivo come il Dr.Oz, che ha sostenuto il progetto nel suo show.


E voi, cosa ne pensate? Avete mai provato qualcuna di queste diete? Mi farebbe piacere ricevere i vostri pareri!

Nel frattempo, se masticate un pò di inglese, vi invito a leggere questo articolo su altre diete bizzarre: http://timeforthenewyou.com/programs/the-top-10-most-dangerous-diets-of-all-time 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Segui anche il nostro blog http://dietabianchini.blogspot.it tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.
 
A.P.

11 commenti:

  1. Sulla dieta del gruppo sanguigno io le chiederei di sentire, prima di fare affermazioni approssimative e false, i pareri e i risultati di chi la segue.Non ho ancora conosciuto nessuno che non ne abbia avuto beneficio in termini di salute.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi permetto di farle notare che la classifica delle 6 diete peggiori è stata stilata dalla British Dietetic Association e non dal dott. Bianchini!

      Elimina
    2. Allora si chiama tendenza ad avvalorare tesi senza cognizione di causa o sindrome del pappagallo, a scelta.

      Elimina
    3. Ci dispiace che lei pensi questo, ma questo è un blog informativo e noi riportiamo notizie di enti accreditati, che secondo noi siano valide e la British Dietetic Association è un'associazione di un certo rilievo che difficilmente dice baggianate. Siamo però aperti al confronto ed alla discussione, quindi, se lei pensa che la dieta dei gruppi sanguigni sia una dieta valida, ci porti la documentazione che lo dimostri e saremmo lieti di analizzarla e/o confutarla!

      Elimina
    4. io ho la mia vicina di casa che la segue...ma di benefici nemmeno l'ombra......e a me se la dovessi seguire sono sicura che mi farebbe molto male visto che un eccesso di proteine mi sarebbero dannose.

      Elimina
  2. Gentile sig.ra Eri, il metodo che lei chiede di utilizzare, quello del "chiedere a chi l'ha fatta", molto in voga fino al medioevo, non ha fondamento scientifico, sarebbe come chiedere a un fumatore se gli è stato diagnosticato un tumore, per poi dire che il fumo non fa male, o magari chiedergli come si sente quando fuma e se lui risponde "meglio", dire poi che il fumo fa bene. Se legge accuratamente e senza pregiudizi gli studi riportati troverà tutte le risposte che non cerca. La moderna medicina è basata sull'interpretazione degli studi che qui anch'io ho riportato, se lo ritiene necessario informi non solo me, ma tutto il mondo scientifico del suo ritenere "da pappagalli" questo metodo, sono sicura che daranno alla sua opinione la giusta considerazione. Mi permetto di darle anche un altro consiglio, visto che mi sembra, almeno dalla foto, di avere qualche anno più di lei, si possono avere opinioni diverse su tante cose e il blog è fatto per confrontarsi, ma esprimere giudizi offensivi non è la stessa cosa che esprimere giudizi. Cordialmente, D.B.

    RispondiElimina
  3. (ho 36 anni)Guardi, da uno specialista come lei le persone si aspettano curiosità e desiderio di ricerca sul campo, le basterebbe molto poco per non cadere nell'ambiguità che rappresenta, ad esempio informarsi lei per primo e constatare come tante persone (praticamente tutte quelle che praticano la emodieta per motivi di salute) hanno risolto o tengono sotto controllo malattie autoimmuni, diabete, tiroide di hashimoto e tanto altro senza far più ricorso ai farmaci! Per chi ha risolto diversi problemi di salute con la emodieta poco conta il vostro mondo scientifico che si tira avanti sulla base degli interessi di pochi. Vale molto di più, a livello di logica e umano, la prova sul reale che si basa sull'uomo, sulla semiotica dei sintomi e sui rimedi, piuttosto che le ricerche appuranti come un farmaco possa avere la meglio su un placebo! Non parlo qui di dimagrire ma di salute, quindi data la sua risposta le chiedo : perchè lei ritiene medievale chiedere ai diretti interessati che hanno con questo metodo, tutti, risolto molti problemi di salute? mentre non è medievale ripetere pari pari lo studio generalizzato di un ente accreditato (accreditato da chi? dall'industria del farmaco? dall'industria alimentare?). Mi trovi lei dove sta questo oscurantismo medievale.

    RispondiElimina
  4. La pensiamo diversamente, ma lasci giudicare cosa aspettarsi dal mio blog e se è valido ad ogni persona che lo segue, non ritengo corretto estendere il suo giudizio a tutti. Mi verrebbe da dire che non si rende conto di quello che dice, ma mi trattengo per non dilungare una discussione che su questi toni non giova a nessuno. Tra l'altro noto, come spesso accade, che mi attribuisce di aver detto e fatto cose che non ho ne detto ne fatto, contenta lei, cordialmente.

    RispondiElimina
  5. veramente visto che si cercano persone che l'hanno provata e che hanno tratto benefici posso dire anch'io la mia... conosco gente che la sta facendo, è molto soddisfatta e crede di aver risolto tutti i suoi problemi..... peccato che dopo qualche mese sono iniziati i problemi di salute, o meglio sono continuati, come prima e più di prima.
    Sono completamente d'accordo con l'opinione espressa dal dottore e soprattutto con l'esempio espresso del fumo e delle persone che fumano... purtroppo sappiamo tutti che per certe cose i danni si dimostrano col tempo quindi solo la scienza può dare risposte ora.
    Per questo l'importanza della prevenzione è fondamentale. By tecnico della prevenzione.

    RispondiElimina
  6. io ho provato il digiuno dopo le 17.00 e mi son trovata bene, non comporta stress psicologico per la completa privazione di alcuni alimenti, le ore di assunzione del cibo, così ridotte, aiutano a non eccedere durante i pasti, la fame, di notte, non la avverti, eviti di mangiare quando, a sera, ti rilassi ed ahi maggiori tentazioni. Certo poi devi essere tu a decidere di mangiar sano durante le ore utili

    RispondiElimina
  7. Personalmente ho letto e riletto la dieta "santa"o biblica e non la trovo una dieta sbagliata(a parte questa ossessione nel seguire il carisma del leader religioso),sinceramente di diete ne ho sentite e lette di peggiori basta sfogliare settimanali o mensili di riviste di vip e pettegolezzi.

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima