Inserisci Menù

martedì 30 ottobre 2012

Il paziente del mese: Laura e la dieta


Oggi voglio raccontarvi l'esperienza di una delle mie pazienti: Laura, che in un anno ha perso 12 kg, passando da 64 kg a 52 kg. 
La motivazione che l'ha spinta ad iniziare a seguire una dieta con dedizione è stata la voglia di piacersi e piacere ai ragazzi. Si guardava allo specchio e non si piaceva fino a quando non ha deciso di cambiare questa situazione rivolgendosi ad un dietista, me!


"Quando ho cominciato la dieta - dice Laura - ero sconfortata perché temevo che non sarei mai dimagrita. Tuttavia ho seguito la dieta mese dopo mese con determinazione, non mi è mai pesato seguire il regime datomi da Davide perché guardavo al risultato. Di sicuro già dopo il primo mese ho vissuto la mia dieta con entusiasmo, perché avevo perso 2 kg senza soffrire la fame!
 

Inoltre la dieta di Davide non era rigida, potevo commettere qualche peccatuccio di gola purchè poi fosse controbilanciato con il resto che avevo mangiato durante la giornata."

Il programma non è sempre stato una "passeggiata", ha subito le sue battute di arresto nei periodi festivi (natale, vacanze estive), ma senza mai aumentare di peso ne' di massa grassa. La bravura di Laura è stata quello di rimanere sempre focalizzata sul risultato da raggiungere e su tutto quanto di positivo stava scaturendo dai risultati di volta in volta ottenuti


Anche quando la bilancia non ha dato responsi notevoli Laura non si è mai abbandonata a grandi abbuffate di cibo e non  ha mai sospeso i controlli, consapevole del giusto rapporto che c'è tra impegno nel seguire e risultato, ha sempre tenuto alta la motivazione.


La scelta fatta contestualmente al parere medico, è stata quella di seguire un programma graduale, solo leggermente ipocalorico, in quanto il peso di partenza risultava essere comunque vicino alla norma. Questa situazione è molto comune, i chili in eccesso non sono problematici per la salute, ma agiscono come un macigno sul morale, sullo stato d'animo e sulla sicurezza di se'. 
In questi casi accontentarsi di perdere anche solo due chili al mese è d'obbligo, al fine di poter garantire che siano persi solo tessuti grassi senza intaccare quelli magri. Inoltre, una dieta più drastica avrebbe portato velocemente a far rallentare il metabolismo basale.


Il non desiderare ossessivamente un rapido risultato ha permesso a Laura di potersi concedere durante il programma diverse eccezioni, sia con alimenti che ama, sia in occasioni sociali alle quali sarebbe stato triste partecipare solo con la presenza fisica. Generalmente, se non si va di fretta, non sconsiglio questo approccio, che anzi permette anche di sviluppare l'abilità di saper gestire alimenti che notoriamente rappresentano una forte tentazione e ci portano ad eccedere. 
La dieta di Laura è stata abbinata ad attività fisica regolare in palestra, un elemento non sempre fondamentale, ma che le ha permesso di aumentare il tono muscolare e le ha dato la soddisfazione di avere il metabolismo basale a fine dieta più alto di quando l'aveva iniziata.

Oggi Laura mantiene già da 2 anni il peso stabile, oscillando di uno o due chili al massimo, e potendosi permettere di mangiare tutto. Oltre al buon risultato raggiunto, credo sia un ottimo esempio di come si possa dimagrire senza mai perdere il sorriso.


Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Segui anche il nostro blog http://dietabianchini.blogspot.it tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.

Dr. Davide Bianchini

1 commento:

  1. ringrazierò sempre Davide per i kg inutili che ho perso e per l'autostima che mi ha fatto acquisire! Davide è davvero fantastico come medico e come amico :)
    Laura

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima