Inserisci Menù

venerdì 13 luglio 2012

La bike therapy per tenere in forma corpo e mente


Oggi voglio parlarvi della bike therapyMangiare sano, evitare fumo e stress sono senza dubbio accorgimenti importanti per la salute del cuore, ma non basta: per mantenere giovane il nostro cuore è necessario aggiungere una buona dose di attività fisica alle nostre giornate spesso sedentarie. La bicicletta da questo punto di vista è un vero e proprio toccasana.
La bike therapy, infatti aiuta a rimanere giovani e rende anche più felici, è una sorta di antistress che permette di ricaricare le energie e di aumentare la fiducia in sé stessi, non stupisce, quindi, che sempre più frequentemente si incontrino per le strade appassionati di cicloturismo, che vivono la bicicletta come il mezzo ideale per godere della natura e per conseguire benessere fisico e mentale.
La pedalata produce effetti benefici sul sistema cardio-circolatorio consentendo al cuore di diventare più forte e resistente. Pedalando, infatti, l’apparato cardiovascolare subisce adattamenti soprattutto a livello periferico che permettono al cuore di lavorare, a parità di intensità dell’esercizio, sempre di meno.


A dimostrazione di questo va ricordato che il cuore degli atleti subisce vere e proprie modificazioni: aumenta la propria massa e quindi migliora la sua funzione di pompa ottimizzando il consumo di ossigeno attraverso la bradicardia, cioè con un numero di battiti inferiore a quello normale, la bicicletta è infatti un’ottima alleata contro le malattie cardiovascolari come l’infarto o l’ictus, poiché, pedalando, si combattono gli elementi più pericolosi per il cuore, i cosiddetti fattori di rischio cardiovascolare: si perde peso, si migliora il metabolismo degli zuccheri e dei grassi, si riducono i valori della pressione arteriosa e il colesterolo cattivo (LDL) in favore di quello buono (HDL).
La bicicletta produce innegabili benefici anche sulla mente, oltre che sul fisico.


Durante la pedalata, infatti, vengono prodotti i cosiddetti ormoni del benessere, le endorfine, che intervengono nelle regolazione dell’umore e provocano un effetto euforico ed ansiolitico.
Il consiglio per chi si avvicina per la prima volta al ciclismo è di iniziare gradualmente con tranquille passeggiate godendo del panorama, lontani dal traffico e dalle città, è bene poi praticarlo con regolarità, uscendo almeno 2-3 volte la settimana per poter trarre i benefici che tale attività può dare al nostro fisico.


Il ciclismo può essere considerato uno sport completo con benefici per l’organismo nella sua totalità, infatti, non solo migliora il sistema cardiovascolare, ma anche l’apparato respiratorio, aumentando la capacità polmonare e la funzionalità dei bronchi, il sistema locomotore, tonificando e rinforzando i muscoli, il metabolismo glucidico e lipidico e non ultima, la psiche. E così il cuore, spesso aggredito dallo stress della vita quotidiana, non può che beneficiare del benessere e della tranquillità.
Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.

Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima