Inserisci Menù

lunedì 23 luglio 2012

Ginnastica in acqua per dimagrire divertendosi


Cosa c’è di più bello dell’acqua? Tutti in estate amiamo il mare, non solo per il refrigerio che offre, ma anche per le belle sensazioni che da immergersi e nuotare, camminare, giocare, tuffarsi.
E’ soprattutto per questo che da anni ormai è nata l’acquagym, ginnastica in acqua. 


L’acqua potenzia i risultati grazie alla sua funzione tonificante e drenante, l’opposizione che crea al movimento è allenante per i muscoli, ma non eccessiva, per intenderci il risultato sarà una maggiore tonicità dei muscoli ma non uno sproporzionato aumento di volume. 



La circolazione del sangue e quella linfatica migliorano con un effetto sgonfiamento delle gambe e riduzione della cellulite,  perché la continua pressione dell’acqua in cui si è immersi effettua un vero e proprio massaggio drenante (ve ne accorgete all’uscita dove spesso si deve correre in bagno). Un massaggio “attivo” perché è fatto mentre siamo in movimento, quindi molto efficace.



Per questo il successo delle attività acquatiche è cresciuto enormemente e le discipline praticabili sono diventate tante, come scegliere la più adatta per se? 

Vediamole meglio:
Acquadance, acquabiking e acquajogging sono a tempo di musica, immersi nell’acqua e si eseguono esercizi cardiorespiratori, si balla, si corre e si pedala.
Ideali se si vuole perdere peso, privilegiano la resistenza aerobica, quindi il potenziamento del cuore e della circolazione.



L’acquagym, acquafitness, acquabody o acquatonic,  si avvalgono di appositi attrezzi con i quali si eseguono esercizi di tonificazione in acqua. Privilegiano il potenziamento muscolare, migliorando il tono, quindi anche il metabolismo.




Acquayoga, acquastretching e acquarelax si focalizzano  sulla respirazione, l’allungamento e l’equilibrio. Queste discipline sono ottime per rilassarsi, migliorare la mobilità articolare, la postura.


Tutte queste attività si svolgono a ritmo di musica e per questo sono molto più divertenti che una seduta in sala pesi o il tradizionale nuoto in corsia. 
Inoltre sono sport adatti a tutti, anche a chi non sa nuotare, in quanto si svolgono in vasche basse dove si tocca. 
Per chi invece sa nuotare si può provare ad effettuare gli esercizi in acqua alta in modo da allenare di più gli addominali per mantenere l’equilibrio.



Ma se siete in vacanza e non avete allenatori a disposizione, allora potrete optare per l’Aquawalk (camminare in acqua) e l’Aquatreading (il movimento per galleggiare) sono molto semplici da praticare e possono essere svolti in qualsiasi corso d’acqua. Si basano sulla semplice passeggiata in acqua molto utile per assottigliare le caviglie e per chi soffre di gonfiore alla gambe e cattiva circolazione.



Quanto praticarne? Vi consiglio almeno 30 minuti per tre volte a settimana
Se poi siete in vacanza, anche tutti i giorni più volte al giorno va bene, approfittate del tempo libero per recuperare la sedentarietà invernale,  magari cominciando al mattino con un’attività potenziante ed alternando al  pomeriggio una seduta di resistenza aerobica ad una posturale.



Insomma ne sono state pensate davvero tutte, cosa aspettate? tuffatevi nella mischia!



Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.
 
Dr. Davide Bianchini

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima