Inserisci Menù

lunedì 28 maggio 2012

La dieta Dukan: perchè tanto rumore?

Perdere tanti chili in poco tempo è davvero possibile?


Questa dieta, come tante altre, promuove la riduzione radicale dei carboidrati nell'alimentazione giornaliera a favore delle proteine.

Tutto già visto, direte voi, ma la differenza sta nel fatto che ci si articola in 4 diverse fasi di applicazione:
1 - Una fase di ATTACCO breve e folgorante, dai risultati immediati. Durante questa fase la dieta è composta da 72 alimenti a base di proteine pure.


2 - Una fase di CROCIERA che porta direttamente al Giusto Peso. Durante questa fase, la dieta prevede l'alternanza di giornate di Pure Proteine alimentari (dette "giornate PP") e giornate di Proteine accompagnate dalle 28 Verdure raccomandate (dette "giornate PV").

3 - Una fase di CONSOLIDAMENTO da 10 giorni per chilo perso che segna un primo ritorno verso un'alimentazione equilibrata. Una libertà controllata il cui obiettivo è far consolidare questo peso recentemente conquistato e ancora vulnerabile. Questa fase vede il ritorno progressivo di alimenti di piacere con i due pasti di gala.
4 - Una fase di STABILIZZAZIONE definitiva basata su 3 regole semplici, concrete, poco fastidiose ma non negoziabili. Questa fase è la parte più facile, ma allo stesso tempo la più indispensabile del nostro metodo per dimagrire perché il 95% delle persone che seguono una dieta recupera poi il peso perduto.(Fonte: http://www.dietadukan.it/il-coaching-dukan/il-metodo-dukan)



Perché non è una dieta corretta?


E' dimostrato però che la maggior parte del peso si perde durante la prima settimana, la “fase d’attacco”, dai 5 ai 7 chili, ma contemporaneamente potrebbero salire oltre la norma i livelli di azotemia. Questo accade a causa della quantità di proteine ingerite che vengono catabolizzate dal fegato producendo l’urea che poi viene eliminata dai reni.

Una parte delle scorie però rimane nel sangue e per eliminarle si ha la necessità di bere molto di più sovraffaticando i reni.
Ecco perché questa dieta dimagrante non è affatto consigliata a chi presenta già problemi all’apparato epatico!

Se quindi nella prima settimana si perdono fino a 7 chili, chi arriva a completare la fase 4 pur avendo perso parecchio peso, nel tempo lo riprende tutto e a volte anche con qualche chilo in più rispetto a prima.



In persone sovrappeso od obese questo tipo di dieta può portare alla perdita di grasso e di liquidi insieme alla perdita, purtroppo, di muscolo. 
Quando invece una dieta di questo tipo è messa in atto da persone che partono da una condizione più normale (magari solo un lieve sovrappeso in chi pratica sport) la carenza di apporto calorico complessivo porta ad una perdita muscolare importante. L'assimilazione proteica nel nostro organismo, in assenza di carboidrati, non è ottimale.

Quindi a questo promettente inizio di dimagrimento che si ottiene a spese dei tessuti muscolari e dei liquidi, segue una fase di catabolismo muscolare e di possibile stanchezza, che come per tutte le diete ipocaloriche, ha come conseguenza il recupero del peso perso nel 90-95% dei casi.



Restano quindi molti dubbi pertanto anche sulla successiva fase di mantenimento.
In generale, poi, eliminare nelle sue varie fasi la verdura e il controllo attento della frutta sono contrasto con tutte le indicazioni salutistiche di prevenzione antitumorale che oggi si conoscano.
Le restrizioni che dà la dieta Dukan, più o meno utili, rappresentano una grossa limitazione nella vita quotidiana.



Ma perchè ha avuto tanti seguaci?


Credo che la novità purtroppo in ambito nutrizionale è ancora oggi un fattore determinante, sia essa positiva o negativa, anche quando è solo una minestra riscaldata, si spera sempre nella pozione magica che risolva tutto.
Personalmente ritengo che siamo ancora un po' troppo sognatori.
Anche la promessa di poter mangiare porzioni non pesate di alimenti proteici è il sogno di tante persone che amano mangiare in quantità o che non amano pesare gli alimenti in dieta.
Le conseguenze di questi eccessi, purtroppo, sono ben note anche ai meno informati, si puo' fare finta di non conoscerle o giustificarsi dicendo che sarà per un breve periodo, ma dopo? Considerando che (come suggerisce lo stesso fondatore) uno dei due fattori responsabili dell'obesità collettiva è l'abuso alimentare, perchè promuoverlo in questo modo? come si potrà dopo tornare alla moderazione?
Va bene assecondare chi vuole vedere risultati da subito, ma perdere chili di muscoli ed acqua corporea non sono risultati utili e non credo sia onesto farli passare come tali.



Consiglio a tutti, prima di sottoporsi come "cavie" a questi regimi particolari, prima di investire tempo, speranze, risorse, di considerare una cosa, che da anni ripeto sempre ai miei pazienti... tutte le diete fanno perdere peso, anche quelle fai da te, quello che è importante è perderlo nel modo giusto, mantenendo il tono muscolare e la giusta idratazione, non rischiando la salute dei nostri organi interni, ma sopratutto nel modo più semplice possibile per noi.
Se è vero che ognuno ha esigenze personali, come puo' un singolo regime adattarsi a tutti? non sarebbe meglio rivolgersi ad un professionista che potrà definire un programma di dimagrimento personalizzato, adattato alle abitudini, agli orari lavorativi, allo stile di vita?



Non dico che non si debba provare una cosa nuova, anzi, la continua ricerca e miglioramento è da lodare in ogni ambito. In questo, in particolare, consiglio però a tutti i "pionieri", di verificare lo stato nutrizionale con test bioimpedenziometrici durante il dimagrimento, vi permetteranno di capire e decidere se ne è valsa la pena!

LEGGI ANCHE: LA STORIA DI UNA DONNA DISTRUTTA DALLA DIETA DUKAN

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alla nostra pagina facebook “Dieta e Nutrizione Dr. Bianchini” ed al nostro profilo "DrBianchiniD" su Twitter.
Segui anche il nostro blog http://dietabianchini.blogspot.it tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Se vuoi ricevere una consulenza nutrizionale personalizzata contattaci su studiodavidebianchini@gmail.com  o al 3496188000.
 
Dott. Davide Bianchini.

3 commenti:

  1. mi sa che dovresti informarti meglio perchè molto di ciò che hai scritto riguardo la dieta non è corretto. Seguo la dukan e ti assicuro che promette in alcun modo di perdere peso rapidamente, anzi essendo molto lunga e complessa da seguire esorta tutti coloro che sanno da principio che non saranno in grado di portarla a termine di non cominciarla affatto.
    la fase di attacco dura da due a cinque giorni ed è difficile che si riescano a perdere più di due chili. Il regime alimentare è proteico.
    Durante la seconda fase si iniziano ad integrare a giorni alterni le verdure. Ogni settimana si perde un kilo e uno soltanto. Gli obesi gravi possono perdere più peso facilmente.
    La terza fase prevede la lenta reintroduzione degli altri alimenti mantenendo un giorno di sole proteine. Questo va seguito per 10 giorni per ogni kg perso. Vi invito a farvi due conti soprattutto se i kg da perdere sono molti.
    Importante: non è per niente una dieta ipocalorica, non ci sono limiti di quantità. Vi assicuro che mangio più oggi che sono a dieta rispetto a quanto facessi normalmente. Con la differenza che finalmente perdo peso dopo svariati anni che non riuscivo a farlo, pur praticando una vita sana e sport. E non mi sono mai sentita così energica e soddisfatta!

    RispondiElimina
  2. Buongiorno sig.ra Tayl, la ringrazio per il commento e mi scuso in anticipo se non sono stato sufficientemente chiaro nell'esposizione. Sono felice che lei sia soddisfatta, indipendentemente da quale regime segue e sono felice di poter approfondire con lei alcuni aspetti che ho dato per scontati.
    Relativamente alla velocità di dimagrimento bisogna chiedersi come mai ci sono più versioni, ma anche questa è una cosa già vista nel settore, probabilmente il dr. Dukan è in buona fede e ci hanno pensato altri a diffondere questa disinformazione che lo danneggia (poco) professionalmente, ma che molto probabilmente lo avvantaggia (molto)economicamente.
    Relativamente al fatto che sia o non sia un programma ipocalorico, lo diventa se si seguono porzioni che portano ad una quantità di proteine e di grassi che non nuoce alla salute. Davo per scontato che non ci si voglia creare una dislipidemia o peggio ancora. E' universalmente riconosciuto nel mondo scientifico che non conviene andare oltre 1g. di proteine pro chilo di peso corporeo e che i grassi totali non devono superare il 30-35% delle calorie totali della dieta e che in particolare i saturi non devono superare il 10%. Il rischio in caso di eccedenza è soprattutto quello di sviluppare patologie cardiovascolari, prima causa di decesso nella società occidentale. Se facciamo due conti, senza carboidrati è difficile raggiungere un monte calorico idoneo se non si eccede con gli altri nutrienti.
    Per le verdure so bene che consiglia di reinserirle, il fatto è che non vedo nessun vantaggio a saltarle nemmeno per un solo giorno, che poi si sviluppino o meno patologie oncologiche in un così breve periodo di esclusione questo non ci è dato di saperlo, ne a noi ne al dr. D.
    Relativamente al suo trovarsi bene, come segnavo in chiusura di articolo, ritengo che la dieta funzioni e dia risultati come tante altre, personalmente, alla luce di quanto detto ritengo migliori e più sicuri altri programmi più vicini alla dieta mediterranea.
    La Saluto cordialmente, D.B.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento. La risponderemo quanto prima